Google+

Sebastiano Impala’ :《 Ho incontrato Alda Merini 》 

1

04/10/2017 di Redazione @OneElpis

《  Un giorno di tanti anni fa, alla fine degli anni ottanta, , in una libreria del naviglio milanese, ho incontrato casualmente Alda Merini. Avevo letto qualche sua poesia ma non la conoscevo visivamente. C’eravamo incrociati per caso, la sera prima, ad un premio letterario milanese. Il giorno dopo, alla ricerca di un buon libro da leggere, vidi una signora con una collana vistosa, dallo sguardo dolce e dai modi gentili. Ci salutammo e, dopo aver scambiato qualche parola, lei mi invitò a casa sua, a pochi passi dalla libreria. Scoprii così che abitavamo nella stessa zona. Ricordo ancora il piccolo bilocale dove Alda viveva. C’era poca luce, una confusione massima, libri accatastati, vecchi cimeli disposti alla rinfusa, muri imbrattati con appunti e numeri di telefono ovunque. Capii che quella doveva essere la sua agenda personale. Cominciò a parlarmi della sua vita e delle sue infinite difficoltà, anche economiche, delle tante persone che aveva conosciuto, da Quasimodo alla Pivano, e a raccontarmi di aneddoti deliziosi. Si soffermò parecchio suoi vari ricoveri in manicomio e dei relativi trattamenti subiti. Compresi subito che era una donna estremamente interessante e ricca di spessore e non solo nel senso squisitamente letterario. Volle saper di me, della mia provenienza geografica, della mia attività lavorativa. A quel tempo ero un giovane impiegato, proveniente dalla Sicilia con la voglia di scrivere e tanta fame di cultura. Volle leggere qualche mia poesia ed io, fra una sigaretta ed un bicchiere di vino bevuto in sua compagnia, ne decantai qualcuna , ottenendo il suo plauso. Le chiesi anch’io di leggerne una delle sue e lei, nel disordine che sovrastava in quella stanza, me ne lesse qualcuna presa alla rinfusa fra le tante che giacevano su un tavolino, accanto ad una vecchia macchina da scrivere ebraica. Passammo alcune ore a chiacchierare amorevolmente di tante cose, di sole, di mare, di religione ed anche di musica. Ricordo che le piacevano in modo particolare Lucio Dalla e Gianna Nannini. Ci congedammo così con la speranza di rivederci al più presto. Non la vidi più se non in televisione qualche anno dopo, al Maurizio Costanzo Show, ormai famosa e super pubblicata. Devo dire che non fui molto felice di vederla in quella nuova veste. Per me rimane la signora Alda Merini, immensa poetessa e splendida donna che conobbi quel giorno lungo il naviglio. 》
Sebastiano Impala’


Per Alda

Nei miei pensieri ci sei tu

donna inanellata

dentro spire di nero fumo.

Aspra,eterna, combattuta fra divani scarichi e libri sparsi sul comò.

Tu, mente devastata dall’inganno, vivi dentro noi, poeti salmastri e senza stile.

Comunichi l’amore in una camera malmessa,traballante,

assiepata fra le sponde del naviglio e l’omertà.

Ora, evoluta su gradini di sapienza,

dormi tranquilla il sonno dell’oblio

e sei distante ormai dall’inutile follia che il cielo, un giorno, ti donò. 

…dal libro “Normanni e visi d’arabi” Maurizio Vetri Editore


Sebastiano Impal@

One thought on “Sebastiano Impala’ :《 Ho incontrato Alda Merini 》 

  1. Maria Romano ha detto:

    Descrizione pacata di una donna stupenda che nel groviglio di emozioni che le contorcevano l’anima, seppe dare il meglio di sé con umiltà e profonda saggezza. Bellissima prosa e poesia.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Secondo le statistiche annuali del sito… la Rivista #OneElpis è letta in gran parte mondo. Il Paese dove è più visualizzata è l’Italia con ben 13’124 visite. Al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con 1'080 viste… al terzo il Regno Unito con 177 visite... poi la Spagna con 145, l'Irlanda con 131, Perù con 94, Messico con 76, Brasile con 53, Turchia con 44, Germania con 42. A seguire : Australia, Russia, Svizzera, Costa Rica, Francia, Polonia, Argentina, Grecia, Belgio, Repubblica Dominicana, Paesi Bassi, Giappone, Cina, Romania, Portogallo, Togo, Canada, Guatemala, Repubblica di Macedonia, Austria, Cile, Albania, Repubblica Ceca, Egitto, Colombia, RAS di Hong Kong, Israele, India, Ungheria, Danimarca, Lituania, Bulgaria, San Marino, Norvegia, Algeria, Uruguay, Moldavia, Paraguay, Corea del Sud, Venezuela, Slovenia, Aruba, Serbia, Ecuador, Libano, Città del Vaticano, Singapore, Svezia, Kuwait, Malta, Filippine, Marocco… #VivaOneElpis #OneElpisGo

  • 23,672 visualizzazioni totali

Tag : @OneElpis
Hashtag : #OneElpis

Segui assieme ad altri 7.059 follower

© 2016 – 2017 OneElpis.com

Society/InterCulture Website - Magazine registrato regolarmente su Wordpress.com | "Piano Persolnal" (privo di monetizzazione) con fatturazione annuale. | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Ogni collaborazione alla rivista è da intendersi gratuita. | Sono banditi testi che incitino a qualsiasi tipo di violenza, odio e razzismo. Non si ammette materiale blasfemo, provocatorio, offensivo o pornografico che leda la morale e la dignità dell’individuo. Sono rigorosamente vietati testi che non siano autentici e di proprietà propria. La rivista è in tal senso destituita da ogni responsabilità e si ritengono responsabili quegli stessi autori che presentino testi su cui non hanno nessuna proprietà. I diritti delle opere non vengono ceduti alla rivista e continuano a essere degli autori. Nessun uso dei testi qui pubblicati è consentito senza l’autorizzazione legittima e certificata del suo autore. La rivista non ha nessuna responsabilità per copie o plagi dei testi dei collaboratori da parte di terzi.