Google+

Scegliere una scuola non è mai stato facile ?!

1

18/06/2017 di Vincenzo Marrazzo

Sono questi, #mesi di smarrimento ed #indecisione per i #giovani d’oggi che si lasciano alle spalle un ciclo di #studi per intraprenderne un altro. Sia gli studenti del terzo anno di #scuola media che quelli del quinto anno di  superiore, si trovano spesso a dover scegliere una #strada da percorrere per l’immediato #futuro. Il bello è che non si riesce mai a trovar la giusta via… di solito si prende sempre quella che può far poi più comodo. A volte a sbagliare sono i genitori che li iscrivono a scuole decise esclusivamente da loro, solamente perché vorrebbero che i figli inseguissero i propri sogni. Altre volte, capita che i ragazzi, pur di non star da soli, inseguono l’amico più deciso, verso una determinata scuola da lui scelta, trovandosi però successivamente in difficoltà con materie poco congeniali alle proprie peculiarità.

Essi per esser felici a scuola dovrebbero scegliersi l’indirizzo, e non farsi molti pregiudizi in base alle opinioni degli altri. Basta semplicemente avere un po’ di coraggio in più. Frequentare una scuola che piace, aiuta a stimolare uno stimolo di apprendimento.

Successivamente, una volta diplomatisi, si iscrivono all’università facendo altre scelte avventate : es.dopo cinque anni di liceo artistico decidono di andar alla facoltà di psicologia, dall’alberghiero a quella di lettere, dalla ragioneria a medicina ecc… Altri invece, durante gli anni accademici cambiano continuamene corsi di studio, da archeologia a lingue, da giurisprudenza ad ingegneria ecc… Sono sempre alla ricerca  di qualcosa che non riescono mai ad afferrare, non accorgendosi poi che l’hanno semplicemente all’interno del loro cuore.

Si dovrebbe scegliere un percorso di studi che si ami, nel quale si ha passione e determinazione, e non un corso azzardato tanto per non perdere tempo, perché alla fine lo si perde ugualmente. Se ognuno inseguisse il proprio sogno e credesse di più nella potenzialità del suo speciale “dono”, forse un giorno la crisi realmente cesserebbe !

 

©  Vincenzo Marrazzo

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

One thought on “Scegliere una scuola non è mai stato facile ?!

  1. Anna ha detto:

    Eh, hai ragione Vincenzo

    … mia figlia nel corsi degli studi ha cambiato più di 5 indirizzi!!

    😂😂😂

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Secondo le statistiche annuali del sito… la Rivista #OneElpis è letta in gran parte mondo. Il Paese dove è più visualizzata è l’Italia con ben 13’124 visite. Al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con 1'080 viste… al terzo il Regno Unito con 177 visite... poi la Spagna con 145, l'Irlanda con 131, Perù con 94, Messico con 76, Brasile con 53, Turchia con 44, Germania con 42. A seguire : Australia, Russia, Svizzera, Costa Rica, Francia, Polonia, Argentina, Grecia, Belgio, Repubblica Dominicana, Paesi Bassi, Giappone, Cina, Romania, Portogallo, Togo, Canada, Guatemala, Repubblica di Macedonia, Austria, Cile, Albania, Repubblica Ceca, Egitto, Colombia, RAS di Hong Kong, Israele, India, Ungheria, Danimarca, Lituania, Bulgaria, San Marino, Norvegia, Algeria, Uruguay, Moldavia, Paraguay, Corea del Sud, Venezuela, Slovenia, Aruba, Serbia, Ecuador, Libano, Città del Vaticano, Singapore, Svezia, Kuwait, Malta, Filippine, Marocco… #VivaOneElpis #OneElpisGo

  • 25,495 visualizzazioni totali

Tag : @OneElpis
Hashtag : #OneElpis

Segui assieme ad altri 7.068 follower

© 2016 – 2017 OneElpis.com

Society/InterCulture Website - Magazine registrato regolarmente su Wordpress.com | "Piano Persolnal" (privo di monetizzazione) con fatturazione annuale. | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Ogni collaborazione alla rivista è da intendersi gratuita. | Sono banditi testi che incitino a qualsiasi tipo di violenza, odio e razzismo. Non si ammette materiale blasfemo, provocatorio, offensivo o pornografico che leda la morale e la dignità dell’individuo. Sono rigorosamente vietati testi che non siano autentici e di proprietà propria. La rivista è in tal senso destituita da ogni responsabilità e si ritengono responsabili quegli stessi autori che presentino testi su cui non hanno nessuna proprietà. I diritti delle opere non vengono ceduti alla rivista e continuano a essere degli autori. Nessun uso dei testi qui pubblicati è consentito senza l’autorizzazione legittima e certificata del suo autore. La rivista non ha nessuna responsabilità per copie o plagi dei testi dei collaboratori da parte di terzi.