Google+

Alla scoperta del viaggio dantesco: le guide di Dante

1

05/06/2017 di Martina Michelangeli

 

Per intraprendere il suo viaggio verso i tre mondi ultraterreni mai attraversati  dai mortali, Dante ha bisogno di una guida che sia in grado di risolvere i suoi dubbi nel corso del cammino e di sostenerlo tra le visioni terribili dell’Inferno e la conoscenza spirituale del Paradiso.
Le guide di Dante sono due personaggi fondamentali nella sua vita e la prima la incontriamo sin dal primo canto dell’Opera: quando il Poeta fiorentino verrà ostacolato dalle tre fiere ai piedi del monte del Purgatorio arriverà in suo soccorso l’anima dell’antico poeta Virgilio. Il poeta latino rivela a Dante che tre donne benedette (Beatrice, S. Lucia e la Vergine) lo hanno voluto accanto a lui per sostenerlo in questa grande prova spirituale.

Virgilio accompagnerà Dante nella discesa dell’Inferno e nella salita del monte del Purgatorio. Il ruolo del poeta latino per questo viaggio ha un doppio significato: prima di tutto bisogna ricordare la venerazione artistica di Dante verso la letteratura classica con l’Eneide. In secondo luogo la figura di Virgilio ha una particolare valenza simbolica per l’intero viaggio di Dante e per il senso didascalico dell’intera Commedia:  egli rappresenta il collegamento della ragione umana nei confronti della Teologia, avendo il compito di dare a Dante le basi per poter poi ricevere gli insegnamenti della seconda guida di questo lungo viaggio.

Eugène_Ferdinand_Victor_Delacroix_006.jpg

Nel viaggio del Purgatorio Virgilio sarà accompagnato da un secondo poeta antico, Stazio, il quale apparirà dal canto XXI fino alla fine della seconda Cantica, intervenendo a episodi e discussioni, ma con un ruolo defilato. L’introduzione di questo personaggio nell’ascesa del Purgatorio indica come il cammino di Dante subisce una trasformazione: il poeta latino che visse sotto l’impero di Tito, appunto Stazio, rappresenta quel ponte fra la cultura pagana dell’epoca di Virgilio e l’età ormai cristiana di Dante.
Con la guida di Virgilio e Stazio si arriva al Paradiso Terrestre, sulla cima del monte del Purgatorio ci sarà il cambio di guida: entra in scena l’anima della “gentilissima” Beatrice, momento fondamentale che indica come alla fine del secondo Regno ci sarà la chiusura del viaggio di Dante basato sulla conoscenza razionale, per aprirsi alla conoscenza mistica permettendo al pellegrino di entrare nel terzo Regno.
Beatrice è l’elemento decisivo per comprendere il senso ultimo e la totalità della Commedia: ella diventa maestra di dottrina attraverso le diverse lezioni didascaliche di teologia per risolvere i continui dubbi di Dante, permettendo alla sua mente di elevarsi comprendendo la verità data da Dio (per questa ragione nel Paradiso diminuiscono le parti dedicate agli incontri e ai racconti delle anime che si trovano in questo Regno).

Dante_and_Beatrice_(Osterely).jpg
Beatrice però non ha solo il ruolo da insegnante per Dante, ma diventa anche Luce Morale attraverso le sue polemiche e la sua indignazione contro la corruzione e la superbia degli uomini: questo innalzamento morale della donna indica il raggiungimento della sua perfezione, diventando simbolo della Teologia, della Grazia e della Verità rivelata, portando a compimento il mito dantesco e medievale della donna come mezzo e scala per arrivare a Dio.

Non sarà però l’amata Beatrice ad accompagnare Dante fino alla visione di Dio: il suo ruolo di guida della Fede sarà completato da S. Bernardo, teologo mariano che intercederà presso la Vergine per permettere a Dante di raggiungere la meta del suo lungo viaggio, per la salvezza della sua anima.

 

 

© Martina Michelangeli

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

One thought on “Alla scoperta del viaggio dantesco: le guide di Dante

  1. Giacomo ha detto:

    Grazie mille Martina
    Questo articolo mi ha chiarito molte idee 😂

    Sei bravissima 😀

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

In Viaggio con Dante

Rubrica a cura di Martina Michelangeli - Conoscere e studiare #Dante è un viaggio, un cammino, che se percorso con la giusta chiave di lettura può arricchire l'anima di ognuno di noi. Per cui, che questo nostro “viaggio culturale” abbia inizio… Io sarò la vostra guida e come in ogni viaggio che si rispetti ci sarà un’unica regola da rispettare: “non tornare come sei partito. Torna diverso."

Martina Michelangeli (Marino- RM, 1989) dopo gli studi scientifici (a.a. 2007-2008), la laurea in Lettere Moderne presso l'Università di Roma "Tor Vergata" (a.a 2010-2011) e la laurea Magistrale in Scienze del Testo presso l'Università di Roma "La Sapienza" (a.a. 2012-2013), ha concentrato la sua attenzione nel campo critico-filologico, in particolare riguardo gli studi danteschi. Nel febbraio 2012 la “Società Editrice Dante Alighieri SRL” ha pubblicato in ebook la sua tesi triennale. Ha collaborato con il laboratorio di Scienze del Testo per la trascrizione del manoscritto del “Fiore”, opera attribuita a Dante Alighieri, e della “vida” e la “razo” del trovatore Arnaut Daniel.Nel marzo 2014 la "Edizioni Galassia Arte" ha pubblicato un saggio sullo studio delle rime della “Divina Commedia”. Nell’aprile 2014 la “Edizioni Accademiche Italiane” ha pubblicato la sua tesi di laurea magistrale come pubblicazione scientifica. Nel luglio 2014 la "Edizioni Progetto Cultura" ha pubblicato il saggio di critica dantesca "Le Egloghe di Dante Alighieri". Nel settembre 2014 la "MonettieRagusa Editori" ha pubblicato il saggio "La personalità del Don Giovanni: l'importanza delle parole nella costruzione del Mito".Dal febbraio 2014 cura eventi culturali con le “Letture di Dante”, con caffè letterari e associazioni culturali. Da novembre 2014 è redattrice della nuova rivista di studi danteschi "Dante Domani" della casa editrice IBUC. Nel marzo 20150 ha vinto il primo premio del concorso letterario "Premio Dante Alighieri 2015" della EA Editore.

Secondo le statistiche annuali del sito… la Rivista #OneElpis è letta in gran parte mondo. Il Paese dove è più visualizzata è l’Italia con ben 13’124 visite. Al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con 1'080 viste… al terzo il Regno Unito con 177 visite... poi la Spagna con 145, l'Irlanda con 131, Perù con 94, Messico con 76, Brasile con 53, Turchia con 44, Germania con 42. A seguire : Australia, Russia, Svizzera, Costa Rica, Francia, Polonia, Argentina, Grecia, Belgio, Repubblica Dominicana, Paesi Bassi, Giappone, Cina, Romania, Portogallo, Togo, Canada, Guatemala, Repubblica di Macedonia, Austria, Cile, Albania, Repubblica Ceca, Egitto, Colombia, RAS di Hong Kong, Israele, India, Ungheria, Danimarca, Lituania, Bulgaria, San Marino, Norvegia, Algeria, Uruguay, Moldavia, Paraguay, Corea del Sud, Venezuela, Slovenia, Aruba, Serbia, Ecuador, Libano, Città del Vaticano, Singapore, Svezia, Kuwait, Malta, Filippine, Marocco… #VivaOneElpis #OneElpisGo

  • 20,552 visualizzazioni totali

Tag : @OneElpis
Hashtag : #OneElpis

Segui assieme ad altri 7.038 follower

© 2016 – 2017 OneElpis.com

Society/InterCulture Website - Magazine registrato regolarmente su Wordpress.com | "Piano Persolnal" (privo di monetizzazione) con fatturazione annuale. | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Ogni collaborazione alla rivista è da intendersi gratuita. | Sono banditi testi che incitino a qualsiasi tipo di violenza, odio e razzismo. Non si ammette materiale blasfemo, provocatorio, offensivo o pornografico che leda la morale e la dignità dell’individuo. Sono rigorosamente vietati testi che non siano autentici e di proprietà propria. La rivista è in tal senso destituita da ogni responsabilità e si ritengono responsabili quegli stessi autori che presentino testi su cui non hanno nessuna proprietà. I diritti delle opere non vengono ceduti alla rivista e continuano a essere degli autori. Nessun uso dei testi qui pubblicati è consentito senza l’autorizzazione legittima e certificata del suo autore. La rivista non ha nessuna responsabilità per copie o plagi dei testi dei collaboratori da parte di terzi.

Soundtrack Y

Soundtrack M.M.