Google+

Viaggio nella storia di Israele alla scoperta delle nostre radici. Episodio I: la BIBBIA

Lascia un commento

26/04/2017 di Salvatore Varriale

La Bibbia è il libro sacro della religione ebraica e cristiana. Essa coniuga tre verbi: la Terra, il Popolo e Jahve (Dio), realtà tutte strettamente connesse tra loro. Su tale intreccio straordinario si basa la storia del popolo biblico: studiandolo, si possono comprendere aspetti importantissimi riguardanti non solo la nostra cultura e il nostro passato, ma anche la complessa vicenda dell’umana esistenza.

La parola BIBBIA non è nata come un titolo di un libro preciso: in greco, ta biblia è il plurale neutro di biblion e vuol dire semplicemente i libri. La sua denominazione si deve ad alcuni antichi autori cristiani come Clemente Alessandrino (215) e Origene (254), i quali chiamarono Biblia la raccolta delle Sacre Scritture. Per i credenti, essa ha un significato assai importante: infatti, oltre ad essere una meravigliosa raccolta di poesie e di proverbi, essa è, soprattutto, la parola di Dio e fondamento di ogni verità; fin dall’antichità, la si venera come parola rivelata dal Signore per compiere il suo disegno di salvezza. Ecco perché prende anche il nome di Sacre Scritture.

Il termine cànone (in greco kanon) indicava una norma di verità. A partire dal IV secolo le Scritture furono anch’esse denominate cànone poiché contenevano la regola della fede. Con il senno di poi, in seguito ad un lungo processo di maturazione, la Chiesa ha scelto solamente quei testi che riteneva “ispirati” dalla tradizione viva della comunità. Tale canone o elenco ufficiale è davvero antico, come risulta dal frammento del 190 d.C. (ritrovato da L.A. muratori) , da un Concilio dei vescovi africani del 393 e una lettera di Innocenzo I (405).

Nel II sec. d.C., sette libri dell’antico testamento furono esclusi definitivamente dalla bibbia ebraica. Si tratta precisamente di: Tobia, Sapienza, Giuditta, Siracide, Baruc e i 2 libri dei Maccabei, più alcuni brani di Ester e di Daniele. Questi, furono accolti nella famosa bibbia dei Settanta (traduzione greca del 270 a.C.) con la denominazione di deuterocanonici (cioè del secondo canone). Il canone fu approvato solennemente nel Concilio di Trento (1546). I protestanti posero i sette libri come appendice alla Bibbia e li chiamarono apocrifi.

WP_20170425_11_07_36_Pro

(Frammento di Bibbia ebraica su pergamena realizzata con pelle di pecora esposto alla  Mostra Biblica di Cercola – 25.04.2017)

Appuntamento al prossimo episodio!

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Nato a Napoli il 4 giugno 1997. Studente di Lingue e Culture Comparate (tedesco, cinese, inglese, francese). Redattore di SpazioNapoli.it, precedentemente di Italiacalcio24.it. Collabora per la rivista interculturale Oneelpis.com. Uno dei suoi motti: "La pazienza è la virtù dei forti." (Sun Tzu)

Secondo le statistiche annuali del sito… la Rivista #OneElpis è letta in gran parte mondo. Il Paese dove è più visualizzata è l’Italia con ben 13’124 visite. Al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con 1'080 viste… al terzo il Regno Unito con 177 visite... poi la Spagna con 145, l'Irlanda con 131, Perù con 94, Messico con 76, Brasile con 53, Turchia con 44, Germania con 42. A seguire : Australia, Russia, Svizzera, Costa Rica, Francia, Polonia, Argentina, Grecia, Belgio, Repubblica Dominicana, Paesi Bassi, Giappone, Cina, Romania, Portogallo, Togo, Canada, Guatemala, Repubblica di Macedonia, Austria, Cile, Albania, Repubblica Ceca, Egitto, Colombia, RAS di Hong Kong, Israele, India, Ungheria, Danimarca, Lituania, Bulgaria, San Marino, Norvegia, Algeria, Uruguay, Moldavia, Paraguay, Corea del Sud, Venezuela, Slovenia, Aruba, Serbia, Ecuador, Libano, Città del Vaticano, Singapore, Svezia, Kuwait, Malta, Filippine, Marocco… #VivaOneElpis #OneElpisGo

  • 25,179 visualizzazioni totali

Tag : @OneElpis
Hashtag : #OneElpis

Segui assieme ad altri 7.064 follower

© 2016 – 2017 OneElpis.com

Society/InterCulture Website - Magazine registrato regolarmente su Wordpress.com | "Piano Persolnal" (privo di monetizzazione) con fatturazione annuale. | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Ogni collaborazione alla rivista è da intendersi gratuita. | Sono banditi testi che incitino a qualsiasi tipo di violenza, odio e razzismo. Non si ammette materiale blasfemo, provocatorio, offensivo o pornografico che leda la morale e la dignità dell’individuo. Sono rigorosamente vietati testi che non siano autentici e di proprietà propria. La rivista è in tal senso destituita da ogni responsabilità e si ritengono responsabili quegli stessi autori che presentino testi su cui non hanno nessuna proprietà. I diritti delle opere non vengono ceduti alla rivista e continuano a essere degli autori. Nessun uso dei testi qui pubblicati è consentito senza l’autorizzazione legittima e certificata del suo autore. La rivista non ha nessuna responsabilità per copie o plagi dei testi dei collaboratori da parte di terzi.