Google+

Walter De Liguoro, Presidente del torneo calcistico “Master League”

Lascia un commento

05/04/2017 di Vincenzo Marrazzo

 

 

Walter De Liguoro, laureato presso l’Università di Napoli “La Parthenope”

 

Presidente del torneo calcistico “Master League“.

 

 

 

 

 

Quando e come ha origine questo progetto ?

Circa otto anni fa nasce questo progetto. L’idea di fare questo torneo venne in mente a me ed un mio amico.

 

Come mai ha scelto il nome “Master League”?
Da piccolini penso che tutti noi giocando  a “Playstation” ai giochi di calcio abbiamo disputato la “Masterleague“. È un nome simpatico che subito ha destato la nostra attenzione. Non c’è alcuna devia particolare.

 

Come sono stati gli esordi di questo progetto?  Come si é evoluto nel tempo ?
Gli inizi non furono affatto facili, però oggi sul territorio vesuviano siamo abbastanza conosciuti e questo ci fa molto piacere.

 

Qual’è il vostro obiettivo da realizzare?  Siete riuscite ad ottenere il risultato desiderato ?
L’obiettivo principale era quello di creare un torneo che potesse essere un punto di riferimento per i ragazzi che amano divertirsi e giocare a calcio. Dunque l’obiettivo resta sempre quello di migliorare volta per volte, offrendo un servizio sempre più efficace ed efficiente che possa coinvolgere più gente possibile.

 

Chi può partecipare al Torneo calcistico “Master League”  ?
La Master League accoglie a braccia aperte tutti coloro che possono essere potenziali nuovi partecipanti. Sembra strano, ma noi piace considerarci tutti una grande famiglia, dove ci si possa divertire insieme , attraverso lo sport più bello del mondo: il calcio.

 

Come mai  considera il calcio  «lo sport più bello del mondo»  ?
 Il calcio penso sia lo sport più bello e amato del mondo, da bambini la prima cosa che facciamo appena vediamo una palla è incominciare a calciare. Sfido chiunque a dire che da piccolo non ha sognato di diventare un giocatore di calcio. L’amore di questo sport mi è stato trasmesso da mio padre, grande tifoso del “Napoli”,  la fede – l’amore per la squadra della nostra città è stata tramandata anche a me.

 

Quali sono le sue competenze e mansioni ?
Nel corso degli anni ho svolto diversi compiti. Inizialmente quando il progetto “Master League” era alle prime battute mi occupavo un po’ di tutto. Successivamente grazie anche ai buoni risultati ottenuti sono riuscito ad ingrandire lo staff. Ho avuto la fortuna di poter collaborare con un fotografo, video cameraman – un ragazzo che curava tutto ciò che riguarda Inter Social e così via… Principalmente il mio compito è di trovare le squadre e poter garantire ai ragazzi il miglior sevizio possibile.

 

Quali sono le strutture che vi ospitano ?
Diverse sono state le strutture che ci hanno ospitato ed hanno sposato il progetto Master League. La prima edizione è stata svolta ad Ercolano(NA), poi negli anni ci siamo spostati anche a Torre Del Greco(NA)  e Portici(NA).
 Adesso attualmente sono 2 anni che ci troviamo nella struttura “Golden Goal” del Mister Mauro Agovino.  Ci troviamo benissimo ed abbiamo intenzione di continuare a lavorare insieme.

 

Quante edizioni sono previste ?
Per quanto concerne il torneo, abbiamo due edizioni: una estiva ed una invernale.

 

Come valuta questa  esperienza sportiva  ?
Diversi sono i ricordi emozionati che porterò con me, d’altronde stiamo parlando del gioco del calcio e a mio avviso non c’è nulla di più bello. Potrei parlarle di goal all’ultimo secondo, episodio di rispetto per gli avversari, educazione e disciplina.

 

Quali sono le sue aspettative nel futuro ?  Coincidono con il suo attuale progetto ?
Un giorno mi piacerebbe fare questo tipo di lavoro ed entrare nel mondo del calcio vero e collaborare con qualche società di calcio.

 

È da notare come  «la sua passione per il calcio»  l’ha trasformata  in una brillante iniziativa che ha l’opportunità di coinvolgere le nuove generazioni  in un ludus  puro e autentico, dove ci siano valori, ideali e regole da rispettare.

 

 

 

© Vincenzo Marrazzo

 

RIPRODUZIONE RISERVATA 

 

 

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Secondo le statistiche annuali del sito… la Rivista #OneElpis è letta in gran parte mondo. Il Paese dove è più visualizzata è l’Italia con ben 13’124 visite. Al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con 1'080 viste… al terzo il Regno Unito con 177 visite... poi la Spagna con 145, l'Irlanda con 131, Perù con 94, Messico con 76, Brasile con 53, Turchia con 44, Germania con 42. A seguire : Australia, Russia, Svizzera, Costa Rica, Francia, Polonia, Argentina, Grecia, Belgio, Repubblica Dominicana, Paesi Bassi, Giappone, Cina, Romania, Portogallo, Togo, Canada, Guatemala, Repubblica di Macedonia, Austria, Cile, Albania, Repubblica Ceca, Egitto, Colombia, RAS di Hong Kong, Israele, India, Ungheria, Danimarca, Lituania, Bulgaria, San Marino, Norvegia, Algeria, Uruguay, Moldavia, Paraguay, Corea del Sud, Venezuela, Slovenia, Aruba, Serbia, Ecuador, Libano, Città del Vaticano, Singapore, Svezia, Kuwait, Malta, Filippine, Marocco… #VivaOneElpis #OneElpisGo

  • 25,495 visualizzazioni totali

Tag : @OneElpis
Hashtag : #OneElpis

Segui assieme ad altri 7.068 follower

© 2016 – 2017 OneElpis.com

Society/InterCulture Website - Magazine registrato regolarmente su Wordpress.com | "Piano Persolnal" (privo di monetizzazione) con fatturazione annuale. | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Ogni collaborazione alla rivista è da intendersi gratuita. | Sono banditi testi che incitino a qualsiasi tipo di violenza, odio e razzismo. Non si ammette materiale blasfemo, provocatorio, offensivo o pornografico che leda la morale e la dignità dell’individuo. Sono rigorosamente vietati testi che non siano autentici e di proprietà propria. La rivista è in tal senso destituita da ogni responsabilità e si ritengono responsabili quegli stessi autori che presentino testi su cui non hanno nessuna proprietà. I diritti delle opere non vengono ceduti alla rivista e continuano a essere degli autori. Nessun uso dei testi qui pubblicati è consentito senza l’autorizzazione legittima e certificata del suo autore. La rivista non ha nessuna responsabilità per copie o plagi dei testi dei collaboratori da parte di terzi.