Google+

NELLE BRACCIA DELLA NOTTE.

Lascia un commento

15/03/2017 di Redazione @OneElpis

 

S. Spinuzza

 

| Che pace,
sentir questo
silenzio
vibrar
sulle finestre
ed il cuore stanco
si addormenta,
nell’ estasi
di un bacio
che placido
scorre.
Ognuno la sera
rintana
nella sua dimora,
stanco ed intristito
dal troppo fremere
del giorno,
il lavoro sfiancante
e senza sosta,
ricopre ogni giornata
annebbiata
dalla solitudine
confusa.
Beata la notte
ed ogni ora
che trascorri
stretto
nelle sue braccia,
il calore
di madre
ti ristora
e ti abbandona
dalla stanchezza
invalidante,
da una delusione
che taglieggia
la tua identità.
Alle volte
vorrei
che non sorgesse
mai il sole,
per scrivere
poesia
tutta la notte,
per ammirare
il mare,
respirare in esso
come un bambino
e giocare
con le sue sponde.
Alle volte vorrei
che la notte
fosse eterna,
per vivere
più a lungo
quegli attimi
di pace
e di spensieratezza.
Dissolversi
nella fioca
luce della luna
ed albergare in essa,
come una luminosa
Pleiade
alla volta del cielo.
Lassù perdemmo
tutte le speranze
ed ogni rivolo
di emozione,
allora tiriamo
una fune
che possa aggrapparsi
al cuore
più splendente
della luna,
se l’ uomo fosse
cosciente
non impazzirebbe
dietro un idealismo,
a costo della sua pelle!
Ogni desiderio
diventa fonte
di felicità,
di vita inesauribile
nella sua commensurabilita’,
mai ci accorgiamo
che la nostra personalità
si ritroverebbe
nel cuore
di un fratello,
nell’ azzurro del cielo
che par riflesso
d’ intelletto.
Tanto si pensa
a ciò che possiamo
sfruttare
con l’ uso delle mani,
con l’ abilità
da prestigiatore
renderla
la cassaforte
delle nostre incertezze,
amara fortezza
di una delusione
percepibile a pelle.
Vorrei rifugiarmi
in una carezza
lontano dal mondo,
amare
in un Paradiso vivente
lontano dall’ affanno
incombente.
Vorrei percepire
il suo respiro,
non perdermi
il fluire
della vita
e sciogliermi
nel ramo di un albero,
splancato
a pieni polmoni
alla vita.
Vorrei vivere
appunto,
senza essere prigioniero
dei miei tormenti
e dei miei sogni,
vorrei incunearmi
nel mare
ed immergermi
nell’ immensità
del fondale,
conoscerlo ed assaporarlo
nella leggera
e profonda
danza della conoscenza.
Amando all’ infinito,
senza chiedere nulla.

 

© Stefano Spinuzza

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Secondo le statistiche annuali del sito… la Rivista #OneElpis è letta in gran parte mondo. Il Paese dove è più visualizzata è l’Italia con ben 13’124 visite. Al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con 1'080 viste… al terzo il Regno Unito con 177 visite... poi la Spagna con 145, l'Irlanda con 131, Perù con 94, Messico con 76, Brasile con 53, Turchia con 44, Germania con 42. A seguire : Australia, Russia, Svizzera, Costa Rica, Francia, Polonia, Argentina, Grecia, Belgio, Repubblica Dominicana, Paesi Bassi, Giappone, Cina, Romania, Portogallo, Togo, Canada, Guatemala, Repubblica di Macedonia, Austria, Cile, Albania, Repubblica Ceca, Egitto, Colombia, RAS di Hong Kong, Israele, India, Ungheria, Danimarca, Lituania, Bulgaria, San Marino, Norvegia, Algeria, Uruguay, Moldavia, Paraguay, Corea del Sud, Venezuela, Slovenia, Aruba, Serbia, Ecuador, Libano, Città del Vaticano, Singapore, Svezia, Kuwait, Malta, Filippine, Marocco… #VivaOneElpis #OneElpisGo

  • 25,495 visualizzazioni totali

Tag : @OneElpis
Hashtag : #OneElpis

Segui assieme ad altri 7.068 follower

© 2016 – 2017 OneElpis.com

Society/InterCulture Website - Magazine registrato regolarmente su Wordpress.com | "Piano Persolnal" (privo di monetizzazione) con fatturazione annuale. | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Ogni collaborazione alla rivista è da intendersi gratuita. | Sono banditi testi che incitino a qualsiasi tipo di violenza, odio e razzismo. Non si ammette materiale blasfemo, provocatorio, offensivo o pornografico che leda la morale e la dignità dell’individuo. Sono rigorosamente vietati testi che non siano autentici e di proprietà propria. La rivista è in tal senso destituita da ogni responsabilità e si ritengono responsabili quegli stessi autori che presentino testi su cui non hanno nessuna proprietà. I diritti delle opere non vengono ceduti alla rivista e continuano a essere degli autori. Nessun uso dei testi qui pubblicati è consentito senza l’autorizzazione legittima e certificata del suo autore. La rivista non ha nessuna responsabilità per copie o plagi dei testi dei collaboratori da parte di terzi.