Google+

LA RESILIENZA: SÌ O NO AL CAMBIAMENTO?

Lascia un commento

13/02/2017 di Ilenia Nese

La #resilienza è “quando soffia il vento del #cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento”. ( #proverbioCinese)
Si tratta di un tema abbastanza complesso e abbastanza ampio, anche perché è molto soggettivo e quindi riguarda ogni singolo individuo.
Il cambiamento è una #forza che potrebbe essere paragonabile a un “vento”, che va contro la corrente dell’uomo. Ma l’uomo sarà veramente pronto ad affrontarlo?
Una bella e monotona giornata di sole può essere seguita all’improvviso dal vento, oppure dal vento e dalla pioggia. Quindi all’improvviso l’equilibrio generale va sfumando.
Si sarà capaci di affrontare questo vento?
Alcune persone costruiscono muri, nel senso che reagiscono male al cambiamento e non sanno come affrontare questa nuova circostanza, ma non perché sono persone nulle oppure prive di forza, ma perché sono abituate così tanto alla loro monotonia (al sole) che non sono abituati ad affrontare altro. I muri si possono creare contro le persone, contro le circostanze e a volte contro le opportunità. Queste persone potrebbero farsi scappare un’opportunità abbastanza grande, e poi, ripensandoci, potrebbero cadere in una tremenda malinconia per aver perso quel barlume di speranza. Per questo l’uomo dovrebbe raccogliere tutte le opportunità e tutte le belle circostanze della vita.
Altre persone invece potrebbero creare dei “mulini a vento”, nel senso che non si lasciano sfuggire profondi cambiamenti, in positivo o in negativo. Essi prendono la “palla al balzo” e non si lasciano sopraffare dalla paura di non farcela o dal pensiero che quella cosa è troppo grande per loro.
Quindi bisogna riflettere:
vivere nel proprio bozzolo, protetti, rassicurati dalla monotonia, o accettare il cambiamento?
Chiunque potrebbe rispondere sì.. ma il cambiamento potrebbe essere così grande che può stravolgere l’uomo in senso emotivo e/o in senso fisico. Basta raccogliere le belle opportunità senza preoccuparsi delle conseguenze.
Degli esempi potrebbero essere il campo dello studio e quello della carriera.. se si ha la possibilità di raggiungere uno scopo, per esempio un viaggio o un lavoro in uno stato estero, non bisogna farsi prendere da false paranoie, dettate dallo stato, dalla società , dai suoi ideali.. non ci si deve far sopraffare da nessuno.. anche perché se non si fa in modo di realizzare quello scopo, qualcun altro potrebbe “costruire un mulino a vento” e prendersi quell’opportunità. Invece non deve accadere questo.
Si deve cercare di vincere sempre nella vita, e non “costruire muri” mai più.

 

resilienza1

 

© Ilenia Nese 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ilenia Nese

Ilenia Nese è una ragazza siciliana della provincia di Palermo, nata a Cefalù il 05/08/1996. Si è diplomata al Liceo Linguistico "Ninni Cassarà" di Cefalù nel 2015 e attualmente è una studentessa di mediazione linguistica all'università "l'Orientale" di Napoli. Le piacciono il mondo dell'arte,della letteratura e della storia. Ilenia suona il flauto traverso e dal 2013 fa parte della banda musicale "Euterpe di Lascari (PA). La sua passione è la scrittura e le piace scrivere articoli di giornale. Il suo sogno è quello di perfezionare il livello linguistico del tedesco e di intraprendere la carriera giornalistica.

Secondo le statistiche annuali del sito… la Rivista #OneElpis è letta in gran parte mondo. Il Paese dove è più visualizzata è l’Italia con ben 13’124 visite. Al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con 1'080 viste… al terzo il Regno Unito con 177 visite... poi la Spagna con 145, l'Irlanda con 131, Perù con 94, Messico con 76, Brasile con 53, Turchia con 44, Germania con 42. A seguire : Australia, Russia, Svizzera, Costa Rica, Francia, Polonia, Argentina, Grecia, Belgio, Repubblica Dominicana, Paesi Bassi, Giappone, Cina, Romania, Portogallo, Togo, Canada, Guatemala, Repubblica di Macedonia, Austria, Cile, Albania, Repubblica Ceca, Egitto, Colombia, RAS di Hong Kong, Israele, India, Ungheria, Danimarca, Lituania, Bulgaria, San Marino, Norvegia, Algeria, Uruguay, Moldavia, Paraguay, Corea del Sud, Venezuela, Slovenia, Aruba, Serbia, Ecuador, Libano, Città del Vaticano, Singapore, Svezia, Kuwait, Malta, Filippine, Marocco… #VivaOneElpis #OneElpisGo

  • 25,175 visualizzazioni totali

Tag : @OneElpis
Hashtag : #OneElpis

Segui assieme ad altri 7.064 follower

© 2016 – 2017 OneElpis.com

Society/InterCulture Website - Magazine registrato regolarmente su Wordpress.com | "Piano Persolnal" (privo di monetizzazione) con fatturazione annuale. | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Ogni collaborazione alla rivista è da intendersi gratuita. | Sono banditi testi che incitino a qualsiasi tipo di violenza, odio e razzismo. Non si ammette materiale blasfemo, provocatorio, offensivo o pornografico che leda la morale e la dignità dell’individuo. Sono rigorosamente vietati testi che non siano autentici e di proprietà propria. La rivista è in tal senso destituita da ogni responsabilità e si ritengono responsabili quegli stessi autori che presentino testi su cui non hanno nessuna proprietà. I diritti delle opere non vengono ceduti alla rivista e continuano a essere degli autori. Nessun uso dei testi qui pubblicati è consentito senza l’autorizzazione legittima e certificata del suo autore. La rivista non ha nessuna responsabilità per copie o plagi dei testi dei collaboratori da parte di terzi.