Google+

In bilico tra illusione e realtà: il Manifesto dei Sognatori

2

17/12/2016 di Salvatore Varriale

 

Quella che leggerete è una personale riflessione sull’Immaginazione e sul Sogno.

L’Immaginazione è un qualcosa di innato, di indicibile. Può essere messa in moto da un’immagine, un ricordo, un sapore, un suono o da un odore, per poi in seguito innescare un focolaio di emozioni capaci di farci sconfinare. L’Immaginazione va anche allenata: è come un atleta che, se non si esercita con continuità, perde il pelo lucido e quando c’è da scendere in campo non rende al meglio. E così, considerando che la dimensione del sogno è spesso associata all’azione dell’immaginare, ho pensato di unire in dialogo queste due unità in una riflessione che parte da un momento normalissimo di una sera autunnale. Quel giorno, una collega universitaria mi chiese: “Secondo te, se sogno troppo vuol dire che sono malata?”. Un po’ sorpreso dalla domanda, cercai comunque di darle una risposta: “Beh, prima di tutto, sappi gestire bene queste due dimensioni. Vivere in un mondo a parte in maniera sproporzionata può causarti un bel po’ di problemi lì fuori! Tuttavia ciò non vuol dire che tu debba smettere di sognare, perché secondo me sognare è un modo per reagire e non crollare  in questo mondo privo di appigli, una giostra stupenda che puoi utilizzare a tuo piacimento…

anche-la-felicita-ha-la-sua-formula-matematica

Non devi preoccuparti se sei incline a viaggiare con la mente. Non cambiare se gli altri ti deridono solo perché ai loro occhi puoi sembrare “quella che sta sempre zitta”. Amala quella parte misteriosa che vive al tuo interno e che ti permette di oltrepassare i confini della realtà, e ti accompagna in luoghi surreali dove lo spazio ed il tempo non esistono, in cui il nostro amore ideale prende vita, dove fretta, paura e ansie risultano impotenti, e in cui possono nascere le più belle poesie o canzoni che abbiamo mai scritto. L’immaginare può farci tornare indietro nel tempo, richiamando alla mente momenti unici che ci hanno fatti diventare ciò che siamo, ma anche realizzare i desideri che vuoi per un motivo, vuoi per un altro non siamo ancora riusciti ad attuare. Quando immaginiamo ci sentiamo così leggeri che percepiamo di fluttuare, e potremmo persino poggiare su una nuvola senza correre il rischio di cadere. Non è meraviglioso vedere ogni giorno delle albe nuove? “.

sogni

Credo che in questa società si siano persi i valori e con essi è venuta meno anche la voglia da parte della gente di abbandonarsi al Sogno e all’Immaginazione. Insomma, la maggior parte di essa segue una determinata direzione, ma voi, noi sognatori dobbiamo essere coloro che non si omologano alla massa, ma che hanno deciso di compiere un percorso inverso, di andare controcorrente. Sfruttiamo quest’enorme capacità, sfruttatiamola finché possiamo! Spingetevi fino in cima al Monte Olimpo o, se preferite, raggiungete la vetta dell’Empireo Platonico e raccontiamo agli scettici le incredibili sensazioni che si possono provare grazie all’Immaginazione. Molto probabilmente, sentendoci parlare, ci prenderanno per pazzi, ma noi freghiamocene perché il loro deriderci sarà fine a se stesso e non spegnerà mai il fuoco che abbiamo dentro. Che ci luccichino sempre gli occhi, così capiranno cosa vuol dire allacciare le cinture e cominciare a volare. Non cambiamo, siamo un esempio per l’umanità! Diffondiamo tutta la positività che alberga in noi. Pensiamoci: chi se non?! Il nostro compito è importantissimo: a noi spetta di colorare il reale, per soverchiarne il grigiore. Siamo degli eroi incompresi.

paolo_e_francesca

Nella Divina Commedia di Dante Alighieri c’è un punto in cui è ben visibile la potenza che l’Immaginazione può esercitare sugli esseri umani: Nel V Canto dell’Inferno, in particolare, gli innamorati Paolo e Francesca si abbandonano alla passione grazie alla lettura di un passo incentrato sulle figure di Ginevra e Sir Lancillotto. Per concludere, non vergogniamoci ma siamo orgogliosi di appartenere ad una ristretta élite di fanciullini che brilla in mezzo a cotanto caos. Divertiamoci, impariamo a cogliere “le palle al balzo” che si presentano lungo il nostro percorso, amiamo; siamo sordi alle critiche di quelli che, frustrati, cercano di abbatterci perché evidentemente non sanno che farsene della loro vita. Siamo l’immagine della faccia più colorita, più suggestiva e più magica di questo pianeta! Un’ultimissima cosa: non solo ci fa star bene…ma immaginare, sognare non è vietato e peraltro non costa nulla!

@SALVATORE VARRIALE
©RIPRODUZIONE RISERVATA

2 thoughts on “In bilico tra illusione e realtà: il Manifesto dei Sognatori

  1. Maria Romano ha detto:

    Sognare fa sempre bene perché è l’anticamera del progetto, finalizzato ad una sicura realizzazione. Io sono una nonna e continuo a sognare. L’immaginazione aiuta a colorare i nostri pensieri che realizzano i nostri scritti; senza di essa, l’elaborato resterebbe più arido e scarno, mentre il colore aiuta il lettore a cogliere l’essenza del messaggio che vogliamo comunicare.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Nato a Napoli il 4 giugno 1997. Studente di Lingue e Culture Comparate (tedesco, cinese, inglese, francese). Redattore di SpazioNapoli.it, precedentemente di Italiacalcio24.it. Collabora per la rivista interculturale Oneelpis.com. Uno dei suoi motti: "La pazienza è la virtù dei forti." (Sun Tzu)

Secondo le statistiche annuali del sito… la Rivista #OneElpis è letta in gran parte mondo. Il Paese dove è più visualizzata è l’Italia con ben 13’124 visite. Al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con 1'080 viste… al terzo il Regno Unito con 177 visite... poi la Spagna con 145, l'Irlanda con 131, Perù con 94, Messico con 76, Brasile con 53, Turchia con 44, Germania con 42. A seguire : Australia, Russia, Svizzera, Costa Rica, Francia, Polonia, Argentina, Grecia, Belgio, Repubblica Dominicana, Paesi Bassi, Giappone, Cina, Romania, Portogallo, Togo, Canada, Guatemala, Repubblica di Macedonia, Austria, Cile, Albania, Repubblica Ceca, Egitto, Colombia, RAS di Hong Kong, Israele, India, Ungheria, Danimarca, Lituania, Bulgaria, San Marino, Norvegia, Algeria, Uruguay, Moldavia, Paraguay, Corea del Sud, Venezuela, Slovenia, Aruba, Serbia, Ecuador, Libano, Città del Vaticano, Singapore, Svezia, Kuwait, Malta, Filippine, Marocco… #VivaOneElpis #OneElpisGo

  • 20,551 visualizzazioni totali

Tag : @OneElpis
Hashtag : #OneElpis

Segui assieme ad altri 7.038 follower

© 2016 – 2017 OneElpis.com

Society/InterCulture Website - Magazine registrato regolarmente su Wordpress.com | "Piano Persolnal" (privo di monetizzazione) con fatturazione annuale. | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Ogni collaborazione alla rivista è da intendersi gratuita. | Sono banditi testi che incitino a qualsiasi tipo di violenza, odio e razzismo. Non si ammette materiale blasfemo, provocatorio, offensivo o pornografico che leda la morale e la dignità dell’individuo. Sono rigorosamente vietati testi che non siano autentici e di proprietà propria. La rivista è in tal senso destituita da ogni responsabilità e si ritengono responsabili quegli stessi autori che presentino testi su cui non hanno nessuna proprietà. I diritti delle opere non vengono ceduti alla rivista e continuano a essere degli autori. Nessun uso dei testi qui pubblicati è consentito senza l’autorizzazione legittima e certificata del suo autore. La rivista non ha nessuna responsabilità per copie o plagi dei testi dei collaboratori da parte di terzi.

Soundtrack Y